Master in management della creatività

Philoikos e Fondazione F.S. Nitti promuovono un master non universitario in “Management della creatività“.

Il master si rivolge a laureati (nuovo ordinamento triennale o magistrale, vecchio ordinamento) con titolo riconducibile prevalentemente ai seguenti ambiti disciplinari: economia, giurisprudenza, architettura, tecnologie alimentari, ingegneria, beni culturali, archeologia e restauro, lingue straniere, studi umanistici, studi classici, scienze filosofiche e della comunicazione, storia e civiltà europee, scienze del turismo.

Il percorso didattico ha l’obiettivo di formare “esperti di sistema” a servizio di imprese operanti nei seguenti settori, riconducibili al “Made in Italy” e più precisamente alla definizione di “industria culturale e creativa” di cui ai report della Commissione ministeriale “Santagata” e di Enti di ricerca pubblici e privati come Fondazione Symbola, Civita, Federcultura:

  • Architettura
  • Industria del gusto
  • Patrimonio Culturale
  • Editoria
  • Design industriale e artigianato
  • Moda
  • Cinema
  • Arte contemporanea.

Il master ha durata di 900 ore, con sede principale in Basilicata, a Melfi e attivazione di stage e project work o equivalenti attività in situazione lavorativa, anche fuori Regione, di durata complessiva non inferiore al 25%. La frequenza avrà inizio il 29 aprile 2017, a condizione del raggiungimento del numero minimo di dieci partecipanti. Il numero massimo di iscritti ammissibili è venticinque. Le attività didattiche saranno strutturate secondo un calendario a frequenza intensiva (full immersion) e si concluderanno in ogni caso entro e non oltre il 31 gennaio 2018.

In relazione all’effettuazione di una parte della didattica in lingua inglese, come ulteriore benefit è offerta ai partecipanti, al termine del percorso, la possibilità di sostenere gratuitamente l’esame per la certificazione linguistica Cambridge o ESB.

Il costo del master è di Euro 10.000. La spesa potrà essere coperta, anche in misura del 100% e a condizione del riconoscimento regionale del master, qualora i candidati:

  • siano residenti in Basilicata,
  • siano disoccupati o inoccupati alla data di avvio del master e si impegnino a restarlo per tutta la durata dello stesso
  • abbiano richiesto entro il 31 marzo 2017 e abbiano ottenuto un voucher nell’ambito del bando della Regione Basilicata sui master non universitari, edizione 2017 (LINK) allegando una copia del documento di identità in corso di validità e indicando:
    • i propri dati anagrafici (nome, cognome, luogo e data di nascita, residenza, telefono, email, codice fiscale)
    • il titolo di laurea, il voto e l’anno accademico di conseguimento (rilevanti ai fini della graduatoria)
    • il parametro ISEE 2017, rilevante ai fini dell’intensità percentuale dell’aiuto/voucher, pari al 100% in caso di ISEE non superiore a Euro 40.000
    • l’eventuale presenza di altri contributi a sostegno della partecipazione
    • lo stato di inoccupazione/disoccupazione
    • la residenza in Basilicata
    • la distanza chilometrica da Melfi del proprio Comune di residenza, ai fini del rimborso spese di soggiorno come descritto più sotto
    • l’indicazione del master come segue:
      • Denominazione del master: “Manager della creatività”
      • Data inizio: entro il 30 aprile 2017 (spuntare la casella)
      • Organismo di alta formazione: Philoikos
      • Costo totale: Euro 10.000
      • Settore: industria culturale e creativa

Sono altresì concedibili, unitamente ai voucher di cui sopra, rimborsi regionali per le spese di soggiorno, fino al 100% in relazione all’ISEE 2017, come segue:

  • Euro 30 max al giorno se la sede di residenza dista oltre 100 km da Melfi
  • Euro 20 max se la distanza è tra 50 e 100 km
  • Euro 10 max se la distanza è inferiore a 50 km, ma in Comune diverso.

A tale scopo, nel compilare la domanda di voucher il candidato dovrà chiarire la distanza chilometrica della propria residenza da Melfi, avvalendosi delle tabelle ACI.

I candidati saranno selezionati con una procedura finalizzata a identificare potenzialità, attitudini e motivazioni dei candidati, fondata su un esame del curriculum e un colloquio.

Il master intende favorire l’acquisizione di competenze manageriali, trasversali alle singole discipline di formazione curriculare e ai processi produttivi e tecnologici delle singole imprese, finalizzate ad attivare percorsi di facilitazione nel rapporto tra gli operatori economici e gli elementi di ambiente e di contesto istituzionale in cui sono immersi quali: quadro normativo, procedure amministrative, accesso alle reti infrastrutturali, lobbying, sistemi di relazioni con organismi pubblici o con organismi privati di tipo associativo, comunicazione e branding territoriale e urbano.

Il percorso didattico muove dal riscontro della progressiva perdita di competitività del “sistema Italia” in settori produttivi nei quali dispone, o dovrebbe disporre, di una consolidata tradizione e di favorevoli condizioni di contesto, mentre le classifiche internazionali collocano oggi il nostro Paese appena al ventunesimo posto.

Da qui la raccomandazione, tra l’altro, di formare figure professionali, definibili “manager di sistema della creatività” che, muovendo da percorsi formativi universitari di specializzazione disciplinare, maturino ulteriori e specifiche competenze trasversali per la gestione di interrelazioni, rapporti, sistemi di rete necessari alle imprese creative per colmare questo gap competitivo.

I profili in uscita potranno inserirsi nell’ampio sistema dell’economia della cultura, che unisce conoscenza e tradizione e che esprime oggi in Italia un fatturato diretto e indotto di 250 miliardi di Euro, con ruolo di consulenti esterni o di facilitatori di processo, oppure con rapporti più strutturati e organici con le imprese del settore.

La didattica è caratterizzata da forte interazione tra docenti e discenti, con verifiche continue del livello di apprendimento, anche in itinere. E’ previsto un esame finale.

Accanto alla faculty interna a presidio di tutte le fasi dell’attività formativa, saranno presenti nell’ambito del percorso didattico seminari e workshop di elevata specializzazione, con studiosi e personalità di rilievo nazionale e internazionale nell’ambito dell’economia della cultura.

A sostegno del processo di apprendimento, Philoikos mette a disposizione degli allievi un numero di tutor dedicati non inferiori a uno ogni cinque partecipanti, anche per la soluzione di problemi di carattere logistico.

Per ulteriori informazioni ed eventuali necessità di assistenza nella compilazione della domanda di voucher, INVIARE UNA MAIL A : info@philoikos.it

Please follow and like us:

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *